Secondo te veramente tutti possono diventare investitori immobiliari? Secondo il mio punto di vista assolutamente no. Il mondo degli investimenti immobiliari è, un po’ come tutti i mestieri perché ci sono mestieri differenti che accolgono persone differenti, immaginiamo uno sportivo: non tutti possono diventare sportivi a determinati livelli, non tutti possono diventare fotografi, ognuno di noi ha delle caratteristiche specifiche.

So che il mondo degli investimenti immobiliari attira tantissime persone però è anche importante valutare quali sono i ruoli che si possono coprire realmente all’interno di questo settore.

Spesso c’è un po’ di confusione, spesso si pensa a un’equazione che non è reale ed è quella investimenti immobiliari = guadagno. Ti posso garantire che non è così o perlomeno non è sempre così.

Ci sono alcune persone che si approcciano a questo mondo pensando di fare un investimento e che con il fare un investimento si guadagna. Molte volte gli investimenti fatti da aspiranti investitori immobiliari o anche investitori alle prime armi se non sono fatti nel modo giusto e se le tecniche non sono gestite e se le attività non vengono fatte come si deve si può perdere anche molto denaro, anche se si è fatto un investimento immobiliare.

Come si può fare se qualcuno dice: beh ma io voglio entrare in questo mondo, mi piacerebbe diventare un investitore immobiliare anche se non ho le competenze o anche se non ho tempo per fare questo. C’è una buona notizia ed è questa: si può entrare anche in modi diversi all’interno del mondo degli investimenti immobiliari, non solo come investitori gestori ma anche come investitori di capitali.

Cerco di spiegarmi un po’ meglio: io sono molti anni che lavoro con investitori di capitali, perché l’investitore immobiliare, come categoria, è la persona che ha i propri denari, che è in grado di svolgere le operazioni in autonomia, se le finanzia da se’ o andando in leva in banca e questo è l’investitore immobiliare, poi c’è il gestore immobiliare che è colui che ha le competenze e le capacità di fare le operazioni ma ha terminato i propri capitali e quindi si mette a disposizione di un investitore di capitali che mette denaro sulle operazioni per guadagnare insieme.

In questo modo cambia lo scenario perché da una parte abbiamo un gestore, colui che sa svolgere le operazioni, dall’altra parte abbiamo un investitore, colui che ha il capitale. Se ci pensi bene sono due figure, entrambe che lavorano nel segmento degli investimenti immobiliari ma con ruoli diversi e soprattutto guadagnano in modo diverso anche se la cifra alla fine, se si lavora un po’ con la mia metodologia, che è quella di dividere al 50% l’utile dell’operazione, quindi il gestore guadagna il 50% e l’investitore di capitali il 50% però c’è una sostanziale differenza: il gestore scambia tempo per denaro, l’investitore non scambia tempo per denaro. Questo è un dettaglio molto importante: prova a immaginare questa situazione, una persona che ha poco tempo da dedicare allo studio, poco tempo da dedicare a visionare gli immobili, non ha nemmeno voglia di imparare a fare questo mestiere però vuole investire in questo settore. Cosa può fare? Può diventare un investitore di capitali, può scegliere chi è l’investitore giusto per gestire i propri denari.

Noi l’anno scorso abbiamo fatto una raccolta di crowdfunding che è stata la maggiore in Italia, abbiamo fatto una raccolta dove in poco più di dieci giorni abbiamo raccolto circa un milione e 200 mila euro e stiamo facendo una serie di operazioni proprio per conto terzi, quindi alla fine noi guadagneremo il 50% dell’utile ma chi ha messo denaro guadagnerà la stessa cifra, quindi il 50% senza aver fatto nulla. Quindi non scambiando tempo per denaro e queste possono essere considerate a tutti gli effetti entrate automatiche.

Ovvio che si devono scegliere le persone giuste perché se tu investi con un investitore che non ha un track record positivo, non è un investitore che fa da tanti anni questo mestiere ci sono dei rischi, se invece  ci sono delle persone che lo fanno da tempo e hanno un track record positivo i rischi sono un pochino più bassi. Ovvio che quando si fanno questo tipo di investimenti è sempre capitale di rischio, questo è molto importante saperlo.

Quello che sto cercando di dirti è che ci sono spazi per investitori immobiliari, spazi per gestori immobiliari e spazi per investitori di capitali. Tu che tipo di categoria vuoi essere all’interno di questo mondo?