Ti sembra un’asta immobiliare interessante?

Ti è mai capitato di avvicinarti al mondo delle aste immobiliari con l’idea di fare un buon affare, ma poi hai rinunciato perché non sei riuscito a capire quali erano i parametri economici da valutare per stabilire se era un investimento realmente vantaggioso?

Posso dirti che io, alcuni anni fa, mi sono trovato in questa situazione.
In quel periodo, purtroppo, non si trovavano informazioni in merito e le aste erano addirittura viste come una nicchia di mercato riservata solo a poche persone.

Questi sono tre suggerimenti che applico nella mia attività d’investitore immobiliare, che hanno funzionato allora e che continuano a funzionare anche oggi.

Suggerimento numero 1:
Stabilisci il valore attuale dell’immobile.
La prima cosa da fare è definire il valore della proprietà che intendi acquistare.
Molte persone inesperte danno per scontato che la valutazione presente in perizia sia quella reale di mercato. Devi sapere, invece, che molto spesso le perizie risalgono ad alcuni anni prima rispetto a quando l’immobile viene proposto in asta, quindi, il prezzo può essere differente.

Suggerimento numero 2:
Stabilisci i costi accessori.
Oltre al prezzo di aggiudicazione è necessario quantificare anche i costi relativi:

all’imposta di registro (2% o 9% a seconda se è prima o seconda casa);
alla procedura esecutiva;
alle cancellazioni;
alle eventuali sanzioni;

alle spese condominiali e di riscaldamento (relative all’anno in corso e a quello precedente).

Suggerimento numero 3:
Stabilisci il prezzo massimo che intendi offrire.
Come saprai, in caso di più partecipanti, le aste senza incanto si trasformano in aste con incanto e si procede con i rilanci. A tal proposito è necessario stabilire precedentemente fino a che prezzo conviene rilanciare. Questo ti permetterà di eliminare la componete emotiva durante l’udienza.

Spero che queste informazioni possano esserti utili per valutare il tuo prossimo acquisto all’asta o anche solo per conoscere un po’ meglio questo settore.

Ci vediamo nel prossimo video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.