Quali sono le spese per l’acquisto di un immobile all’asta?

Oggi voglio parlarti delle spese relative all’acquisto di un immobile all’asta. Molto spesso si ragiona esclusivamente sulle spese relative al costo dell’immobile, quindi si parte dall’offerta minima, dal prezzo base d’asta, si conteggiano quelli che sono gli eventuali rilanci e da lì si determina la spesa finale. Però non è così.

E’ necessario sapere che ci sono altre tre voci che devono essere tenute in considerazione

1) Il 10% che deve essere depositato insieme all’offerta. Naturalmente la cifra verrà scontata alla fine se si acquisterà l’immobile ma comunque bisogna anticiparla.

2) Spese della procedura: delegato alla vendita, imposte, cancellazioni. Ci sono una serie di spese che devono essere conteggiate. Per fare un calcolo approssimativo ma capiente, potresti conteggiare il 20% del prezzo di aggiudicazione.

3) Spese condominiali. Devi sapere che acquistando un immobile all’asta, se l’esecutato, quindi il proprietario dell’immobile non ha pagato le spese, tu sarai tenuto a pagare l’anno in corso e l’anno precedente delle spese condominiali e di riscaldamento.
Come sempre, spero che le informazioni che ho condiviso con te possano esserti in qualche modo utili nella tua attività di investitore immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.