Come pubblicizzare un immobile all’asta?

 

Come si pubblicizza un immobile sottoposto a esecuzione immobiliare? Questa è una domanda che spesso mi viene posta dagli investitori immobiliari che si avvicinano al mondo delle trattative extragiudiziali a saldo e stralcio. La difficoltà nasce nel momento in cui decidono di promuovere l’immobile spesso attraverso l’agenzia immobiliare. In questo caso la maggior parte degli agenti immobiliari conoscono le metodologie e le modalità per pubblicizzare un immobile sottoposto a esecuzione immobiliare ma quando devono essere loro direttamente a promuovere l’immobile, a volte non sanno come si fa.

Queste sono tre indicazioni da utilizzare per promuovere correttamente un immobile all’asta

1) Specificare all’interno dell’annuncio che si tratta di un immobile sottoposto a esecuzione immobiliare o a procedura concorsuale;

2) La seconda è quella di indicare il tribunale e il numero dell’esecuzione immobiliare, quindi troverai la sigla RGE e poi un numero e quello deve essere indicato all’interno dell’annuncio.

3) Indicare o il prezzo dell’offerta minima o il prezzo della base d’asta. Questo è molto importante per far capire che si tratta di un immobile sottoposto ad esecuzione immobiliare. Potrebbe capitarti che, facendo questo tipo di pubblicità, alle volte potresti essere contattato da qualche custode o delegato alla vendita il quale ti potrà chiedere come mai stai pubblicizzando un immobile di questo tipo e magari dicendoti anche che non puoi farlo. In questo caso, la domanda da porre è: “in base a quale legge non posso farlo?”.

Devi sapere che, ad oggi, 18 ottobre 2016, non esiste alcuna legge che vieta di pubblicizzare un immobile all’asta, tant’è vero che ci sono dei portali a livello nazionale che hanno delle sezioni dedicate proprio agli immobili all’asta.

Spero che le informazioni che ho condiviso con te possano esserti in qualche modo utili per la tua attività di investitore immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.