Proposta C.so Vittorio Emanuele II – 174 Torino

Oggi sono venuto a Collegno per fare la proposta d’acquisto per l’immobile di Corso Vittorio, 174.

G.” Ciao Luciano, come già detto a Gianluca, ho visto l’immobile, mi interessa perché il prezzo è buono e conosco la zona perché ho appena fatto un’operazione di investimento lì e vorrei fare un’offerta. So che lo avete a 115 mila euro, mi ha detto Gianluca che avete appena preso l’immobile, e quindi siamo abbastanza vicini. Vorrei fare una proposta a una cifra un pò più bassa perché per poter fare la ristrutturazione e avere un utile ho bisogno di un pochino più di spazi. L’idea è questa: vuoi segnarti i parametri della mia proposta: allora, la mia idea è di offrire 95 mila euro. Di questi ti darei 5 mila subito, adesso, per la proposta; poi 85 mila euro al preliminare, faremo un preliminare trascritto e rimarranno fuori solo 5 mila euro con i quali cerco di fare la cessione del preliminare. Quindi al cliente diamo quasi la totalità, il 90% subito, gli facciamo i lavori e mi tengo 6 mesi di tempo per poter cedere il preliminare. Qualora arrivassimo al 30 dicembre, comunque l’acquisto direttamente ma tu sai che lo venderemo molto prima dopo la ristrutturazione si vende molto velocemente.”

L.” Il preliminare quando lo faremmo?”

G.” Il preliminare anche nel giro di dieci giorni  e subito lui prende quasi la totalità del prezzo. Diceva Gianluca che lui vende perché ha molte proprietà e non vuole avere rotture di scatole perché ha avuto problemi con l’affittuario…”

L.” Si, loro hanno avuto problemi perché gli inquilini di prima non hanno più pagato l’affitto, quindi hanno fatto tutta la procedura per avere lo sfratto esecutivo, sono passati 6 mesi ecc. Il proprietario ha diversi immobili ma è un pò anzianotto e non vuole avere più rotture di scatole. E’ anche vero che, come tutti i proprietari che hanno tante case, sono molto accorti e fargli digerire subito questa proposta non sarà facile però c’è un dato importante perchè sargli 85 mila euro in 10 giorni possiamo giocare sul fatto che è vero che il cliente ha levato dei soldi ma ne dà una quota subito e le spese condominiali le pagate voi?… Se vogliamo fare questa offerta e magari anche considerare che non accetti proprio questa cifra possiamo avvicinarci, dobbiamo far fronte su determinati elementi: il primo è il compromesso e ci siamo, il secondo è quello di cercare di levare più rotture di scatole possibile, quindi le spese condominiali le pagate voi, se dovessimo arrivare a ottobre, novembre, il riscaldamento lo pagate voi, per quanto riguarda i lavori, dobbiamo fare un foglio o qualcosa dove lo dispensiamo da qualsiasi problematica dovesse sorgere.”

G.” Normalmente, nel preliminare che andiamo a trascrivere, io faccio una dichiarazione di manleva, nei confronti del proprietario, quindi nel preliminare verrà inserito che mi assumo tutte le responsabilità di qualunque cosa accada, quindi lui viene esonerato del tutto da qualsiasi difficoltà”.

L.” Ok allora cerchiamo di fare il possibile, magari per fargli accettare direttamente la tua offerta, Scriviamo la proposta? L’ assegno e i documenti. Qui la intesto a te come Giuseppe Gatti, come legale rappresentante della società per un totale di 95 mila euro, con assegno e i primi 5 mila subito. Come sai, nel momento in cui il proprietario dovesse accettare vengo da te, ti metto a conoscenza, e poi riconsegniamo questo assegno. Magari se facciamo il compromesso vicino e non vuole la caparra può essere che te lo ridia. “

L.”Ok, 4 firme. Ovviamente, Giuseppe, provvigioni in entrata e in uscita!”

G.” Assolutamente, provvigioni in entrata e in uscita e poi ti do un prodotto che venderai molto velocemente”

Come hai potuto vedere ho fatto una proposta d’acquisto con delle modalità un pò particolari. Adesso attendiamo Luciano che la presenterà al proprietario per capire se potrà nascere un nuova opportunità immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.