Grazie al web sempre più persone si stanno avvicinando al mondo degli investimenti immobiliari e questo è molto positivo.  Cosa sta accadendo? Sta accadendo che molte persone si approcciano a questo mercato e vorrebbero imparare, alcuni vogliono imparare dai corsi, altri vogliono imparare dai libri, altri, invece, scelgono un mentore o meglio, scelgono una persona che abbia già ottenuto il tipo di risultato che loro vogliono ottenere e cercano di entrare in contatto con questa persona per poter imparare.

Quindi molto spesso capita che ci siano aspiranti investitori immobiliari che si rivolgono a investitori professionisti per cercare di essere supportati nella loro attività, nella loro attività che sta nascendo e sta germogliando proprio in questo momento.

Bene, vediamo insieme quali potrebbero essere alcuni suggerimenti, alcuni consigli, naturalmente come sempre non ho la sfera di cristallo ma mi limito soltanto a dare alcuni consigli che secondo il mio punto di vista potrebbero essere utili per poter ottenere questo tipo di risultato:

Proviamoci a mettere come sempre dall’altra parte, proviamoci a mettere dalla parte dell’investitore, del “mentore” che riceve queste comunicazioni. Se mi metto nei panni della persona che già conosce il mestiere, ricevere comunicazioni da parte di molte persone, perché credetemi, oggi ci sono molti aspiranti investitori immobiliari che cercano un punto di riferimento. Quindi mi metto dall’altra parte e le comunicazioni che ricevo sono tutte di questo tipo: “Giuseppe mi piacerebbe imparare a fare investimenti immobiliari e sarei disposto per alcuni anche a lavorare gratis per un periodo, stare al tuo fianco e imparare a fare tutte quante le cose”. Ti dico che dalla mia parte questo diventa molto difficile, molto complicato, perché svolgo una serie di attività quotidianamente e non ho moltissimo spazio per poter dedicare tempo a chi sta imparando. Anche se questa persona mi dice “guarda, io vengo gratuitamente a darti una mano”, comunque la devi seguire, la devi istruire, devi spiegare tutto quello che stai facendo e quindi è un grosso impegno e non sempre posso essere interessato a questo tipo di approccio, soprattutto perché molto spesso mi viene proposto. Quindi l’approccio del “vengo a lavorare con te gratuitamente” forse non è la chiave migliore, forse non è la strada migliore, almeno secondo il mio punto di vista. La strada migliore potrebbe essere questa: “sono interessato a quello che fai, mi piacerebbe ottenere i risultati che ottieni e, se tu vuoi, cerco di darti una mano senza crearti difficoltà, senza farti sprecare tempo, in che modo? Chiedendoti quali sono le zone all’interno delle quali vuoi operare e andando a cercare immobili con i parametri di guadagno che tu richiedi”.

Quindi io, aspirante investitore immobiliare, mi rivolgo a chi sa già fare questo mestiere e gli dico: “guarda, vorrei darti una mano, perché mi piacerebbe imparare, non ti chiedo nulla se non quali sono le zone all’interno delle quali ti piacerebbe fare operazioni e quali sono le percentuali di guadagno e le tipologie di immobili che a te interessano. Io posso attivarmi cercando operazioni e proponendoti queste operazioni, quindi ti risolvo un problema”.

Questo posso dirti che è un approccio che valuto molto attentamente, perché c’è una persona dall’altra parte che sì vuole imparare, ma principalmente vuole dare e se una persona mi porta un’operazione immobiliare sono molto più propenso a seguirlo o perlomeno a farlo stare al mio fianco nello svolgere l’operazione che mi ha proposto lui. Poi magari verrà anche remunerato per questo tipo di segnalazione, questo è ovvio però è un modo diverso di proporsi ad un mentore o comunque a una persona che ha ottenuto già risultati, perché se tu gli dici vengo da te, vengo gratis e ti faccio le cose che a te non piacciono non porto un vantaggio a questa persona. Il vantaggio viene portato se tu ti adoperi per fare il lavoro per conto tuo e porti a questa persona un’operazione. Da lì poi possono nascere i rapporti, perché comunque ho imparato nel tempo che prima bisogna dare per poi poter ricevere.