A. P.”Eccoci qui con Carmine Memoli, il titolare della Memoli Consulting, che è un’azienda che si occupa di digital marketing. Tu sei l’artefice e se vogliamo anche un po’ di questo evento perché sei anche il responsabile marketing della comunità di SpecchioDinamica e segui tutta la comunicazione di Giuseppe Gatti. Hai fatto un intervento, prima sul palco, dove si parlava non solo della creazione di questa community ed in generale della creazione di una community solo ed esclusivamente per vendere dei prodotti ma la vera e propria creazione di un brand. Spiegaci un attimo nel dettaglio qual è la differenza tra SpecchioDinamica e tutte le altre community finalizzate solo alla vendita di un prodotto.”

C.M.”Beh, SpecchioDinamica si regge grazie al brand, al personal brand di Giuseppe, che è nato come brand non di un formatore ma di un investitore immobiliare che documentava, documenta a tutt’oggi, quello che fa quotidianamente e lo comunica online. Da lì è nata l’idea di SpecchioDinamica, cioè non siamo partiti dall’ideazione del prodotto per poi chiederci come lo vendiamo, ma siamo partiti dal comunicare l’attività di Giuseppe e poi analizzare quella che poteva essere la risposta del mercato, le domande degli utenti, del suo mercato di riferimento e abbiamo capito che il prodotto ideale sarebbe stato una community dove le persone che volevano avere supporto da Giuseppe potevano farlo in maniera diretta, tramite in questo caso il gruppo Facebook.”

A.P.”Quindi avete creato un prodotto, un servizio, sulla base dell’esigenza del mercato…”

C.M. “Esattamente. Si dovrebbe sempre partire da questo, dall’analisi del mercato, di quello che il mercato vuole, non da quello che noi pensiamo voglia o dal creare un prodotto e poi chiederci come lo vendiamo questo prodotto, perché non funziona quasi mai.”

A.P.”Ecco, secondo te se non ci fosse stato l’approccio del digitale e della tecnologia, tutto questo oggi sarebbe stato possibile?”

C.M.”Sarebbe stato possibile tramite relazione, secondo me, personale, tramite pr però sarebbe stato molto più lento. Questo è un progetto che è nato poco più di tre anni fa e internet è un acceleratore. Con internet tu oggi hai la visibilità e la possibilità di comunicare in mille modi a un pubblico potenzialmente infinito, cosa che non potresti fare a meno di disporre di somme ingenti. Internet è un po’ come era la televisione agli esordi. Tu in televisione, quando la televisione era un qualcosa di nuovo, potevi accedere a quel canale comunicativo con dei capitali ridotti, oggi questo non lo puoi fare più. Oggi internet è il nuovo canale di comunicazione per i professionisti, è un amplificatore. Potresti ottenere gli stessi risultati anche senza probabilmente ma sarebbe un excursus di decenni che dovrebbe passare per pubbliche relazioni, fiere, eventi, convegni, sarebbe molto, molto più difficile.”

A.P.”Ecco Carmine, un’altra tematica che hai trattato sul palco e che mi ha subito colpito e che ho riscontrato in questo gruppo di persone quali siete era quella della creazione di un contenuto di valore e non quella di una creazione di marketing aggressiva, fatta di clickbait e, di sponsorizzate e quant’altro. Come hai impostato questa strategia con Giuseppe?”

C.M.”La strategia in realtà è partita dai buoni feedback che lui, già da solo, aveva ottenuto diffondendo questi contenuti. Il punto è che puoi vendere anche senza costruire un brand, senza trasmettere tanto valore ma non puoi costruire un brand vendendo, quindi non puoi fare il contrario. Per costruire un brand non puoi solo mostrare i risultati economici, non puoi solo vendere e riempire una sala come questa ma devi ragionare su quello che i tuoi utenti vogliono, devi ad esempio analizzare quelli che possono essere i problemi che il tuo mercato ha e pensare alle soluzioni che tu puoi offrirgli. Si può partire da questo: quale tipo di problemi può avere un investitore immobiliare?Può essere che non ha le competenze per un saldo e stralcio, come può essere che non sa come si sposta un contatore del gas. Entrambe sono domande alle quali tu puoi dare una risposta e quindi attiri persone che sono esattamente in cerca di quella risposta. Quindi si può partire da questa logica.”

A.P.”Perfetto. Grazie Carmine del tuo contributo, adesso sappiamo chi c’è dietro tutta questa operosa macchina e adesso attendiamo i risultati del 2019″

C.M.”Assolutamente, abbiamo buone aspettative. Grazie a te”