Immobile all’asta libero o occupato?

Quando si parla dello stato d’occupazione di un immobile in asta, normalmente sono tre le situazioni possibili:

1. libero
2. occupato dal debitore
3. occupato con o senza titolo

Il primo e il secondo punto non hanno bisogno di spiegazioni, ma il terzo merita un approfondimento: si intende occupato senza titolo quando il contratto di locazione è stato stipulato dopo il pignoramento. In questo caso è totalmente privo di validità.
Si intende occupato con titolo, quando il contratto di locazione è stato stipulato prima del pignoramento. In questo caso è valido a tutti gli effetti.
Ora che conosci la differenza tra occupato con e senza titolo, passiamo alla parte più interessante.
Devi sapere che in alcune situazioni, anche i contratti opponibili alla procedura possono essere annullati, ottenendo la liberazione dell’immobile.

Queste sono tre condizioni nelle quali potrai ottenere l’annullamento:

Condizione1
Canone vile
Se il contratto di locazione ha un prezzo inferiore di 1/3 rispetto a quello di mercato, può essere annullato.

Condizione 2
Decorrenza ultra trentennale
Se il contratto di locazione ha una durata superiore ai trenta anni, può essere annullato.

Condizione 3
Canone anticipato
Se il contratto prevede un unico pagamento del canone anticipato per tutta la durata dello stesso, può essere annullato.
Naturalmente la richiesta di annullamento non potrai farla direttamente tu, ma dovrai rivolgerti ad un legale.

Come sempre spero che le informazioni che ho condiviso con te possano esserti utili nella tua attività di investitore immobiliare.

Ci vediamo nel prossimo video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.