Far parte di una community è una sensazione molto piacevole, perché sei a confronto, sei insieme ad alcune persone e condividi un progetto che ti porta nella stessa direzione. Far parte di una community è anche incontrarsi personalmente, le nuove community on line, quelle che sono nate sui social, come la nostra di SpecchioDinamica, si trasforma, ogni tre mesi, in un evento dal vivo, in un pranzo dove ci incontriamo, ci conosciamo e ci confrontiamo.

Sicuramente la parte di incontro dal vivo fa tutta la differenza del mondo perché è il momento nel quale nascono le partnership, nascono le amicizie, nascono le collaborazioni e questo è un punto focale, un punto importante, ritengo forse il punto più importante in assoluto per la crescita e lo sviluppo di un ambiente come quello di SpecchioDinamica.

Questo viaggio è nato circa due anni fa, agosto 2016, eravamo soltanto 8 persone, oggi siamo più di 300 e ho scelto di incontrare queste persone ciclicamente, ogni tre mesi ci vediamo e ogni volta cambiamo il posto. Sì, è proprio così perché mi sembra giusto e mi sembra bello andare a trovare, di tanto in tanto, le persone proprio a casa loro. Quindi abbiamo fatto degli appuntamenti a Roma, abbiamo fatto degli appuntamenti a Milano, abbiamo fatto degli appuntamenti a Monopoli, insomma in diverse città d’Italia e continueremo a farlo, cambiamo sempre, ogni volta, la location perché è bello arrivare sul territorio e conoscere anche nuovi posti.

Fino a due anni fa mi capitava di trovarmi a pranzo o a cena con gli amici e dopo un paio di battute iniziavo a parlare di immobiliare e i miei amici mi dicevano, giustamente, “ok Giuseppe basta, stop, cambiamo argomento” perché comunque avevo una passione che coltivavo soltanto io. La creazione invece di questa community mi ha permesso e ci ha permesso di condividere insieme tutti la stessa passione, quindi siamo a volte tavoli di 30,40, a volte 50 persone che parlano tutte quante di investimenti immobiliari e questa è una cosa straordinaria.

Quando ci si vede di persona si abbattono delle barriere che spesso on line ci sono, alcune persone non mettono neanche la loro foto, perché hanno un livello di privacy un pochino differente, però quando ci si incontra e ci si rende conto che dall’altra parte ci sono persone vere, in carne e ossa, persone che magari hanno problematiche analoghe rispetto alle tue, questo ti permette di entrare in relazione e queste relazioni sono la cosa più bella della nostra community.