Quante sono le modalità che si possono utilizzare oggi per fare investimenti immobiliari?

Sicuramente siamo in un periodo nel quale c’è una grande possibilità di fare investimenti immobiliari. Oggi, fortunatamente, non c’è più soltanto la possibilità di accedere a questo mercato attraverso i classici fondi di investimento ma ci sono molte modalità: ci sono gli investitori di capitali singoli, quelli con i quali ho lavorato e continuo a lavorare; ci sono gli investitori di capitali che si uniscono, magari all’interno del crowdfunding; ci sono una serie di possibilità che oggi vengono offerte anche dall’online.

A questo proposito ho deciso di fare uno speciale sul crowdfunding immobiliare, il partner di questo speciale è Walliance, per una serie di motivi che ora vi vado a elencare:

  1. Il primo è che Walliance è una start-up italiana. Oggi anche in Italia abbiamo la possibilità di investire attraverso le piattaforme di crowdfunding immobiliare anche grazie a Walliance.
  2. Il secondo è perché la loro piattaforma, in pochissimo tempo, ha raccolto già cinque milioni di euro.
  3. Il terzo è perché le raccolte fatte finora all’interno della piattaforma Walliance sono finite tutte in overfunding. Cosa significa “in overfunding”? Significa che se si pensava di raccogliere un milione di euro, si è finito per raccogliere una cifra superiore, magari un milione e cento, magari un milione e duecento mila euro, quindi la campagna vuol dire che ha funzionato molto bene, che è stato selezionato un ottimo progetto e le persone hanno aderito in maniera copiosa.

Quindi, essendo loro una piattaforma di crowdfunding immobiliare molto attiva sul mercato, oltre che per promuovere il loro servizio, possono esserci sicuramente molto utili per darci informazioni sulle opportunità, sulle cose su cui stare attenti quando si fa questo tipo di investimento. Insomma, tutte le informazioni necessarie per comprendere meglio le dinamiche del crowdfunding immobiliare. Inoltre il fondatore, Giacomo Bertoldi, ha lanciato molti altri progetti di grande successo, sempre nel mondo Fintech, quindi ritengo che sia la persona più adatta per parlare con noi di questo argomento.

Direi di partire iniziando proprio dalla base, dalle cose più semplice: allora Giacomo, cos’è il crowdfunding immobiliare?

Giacomo Bertoldi: “Il crowdfunding è una forma di raccolta di capitali che avviene principalmente on line. Walliance opera nell’ambito del crowdfunding immobiliare, quindi la possibilità di investire in un progetto immobiliare direttamente da casa, quindi in una maniera assolutamente molto semplice. Il crowdfunding immobiliare, così come anche il crowdfunding in generale si suddivide tra il resto, oltre alle parti in donazioni tra lending crowdfunding ed equity crowdfunding. L’equity crowdfunding, quello che fa a tutti gli effetti Walliance, permette di investire in un progetto immobiliare, diventando a tutti gli effetti soci di un’operazione e quindi di una società, che è quella società che sviluppa l’operazione. Nell’ambito del landing crowdfunding, invece, non si fa altro che prestare unicamente del denaro alla società che sviluppa l’operazione, quindi di fatto, essendo soltanto prestatori e a tutti gli effetti solo finanziatori di quella specifica operazione”.

G,”Sicuramente sono molti i vantaggi che si possono ottenere nel fare investimenti di questo tipo, uno su tutti è quello che si può investire direttamente dal divano di casa propria, quindi con un tablet, con uno smartphone, qualsiasi device uno può fare investimenti. Uno può valutare quella che è la bontà degli investimenti perché c’è la possibilità di osservare tutti quelli che sono i business plan, in più c’è anche la possibilità di seguire tutti quelli che sono gli stati avanzamento lavori di questi investimenti. Ma qual è la differenza tra crowdfunding e fondi di investimento tradizionali?”

G.B.: “Abbiamo scelto di creare Walliance proprio per dare semplicità nell’ambito dell’investimento. Per noi investire in un fondo immobiliare significava, e tutt’oggi significa, andare a mettere ticket importanti, quindi magari importi molto importanti all’interno di una società che gestisce, di fatto, il tuo patrimonio, I fondi di investimento poi, tendenzialmente, hanno anche alti costi di gestione, cosa che non avviene con le società. Nell’ambito dell’investimento su Walliance e quindi nell’equity crowdfunding immobiliare non si fa altro che investire in una società, come dicevo prima e questo permette di andare ad annullare tutti quelli che sono i costi di gestione tipici di un fondo di investimento. Questo, oltremodo, permette anche di dare potenzialmente dei rendimenti più interessanti agli investitori e agli imprenditori che gestiscono la specifica operazione”.

G.”Naturalmente, in tutte le situazioni non esistono soltanto i vantaggi. Proviamo a pensare anche qui, nel mondo del crowdfunding immobiliare, quelli che vengono proposti come rendimenti, non sono garantiti, è tutto quanto capitale di rischio, quindi bisogna stare un pochino attenti quando si selezionano le operazioni sulle quali si desidera investire. A questo proposito, Giacomo, quali sono le garanzie che possono avere gli investitori?”

G.B. “Non ci sono garanzie specifiche su un progetto di investimento. Nessun investimento è garantito, abbiamo visto anche risultati dei fondi immobiliari delle Poste, tutto garantito ma in realtà nulla è veramente garantito, tante persone hanno perso i loro capitali e noi non vogliamo che questo succeda. Quindi le premesse sono molto importanti: qual è il modo per minimizzare il rischio? Qual è il modo per “avere una garanzia”? Molto semplice. Le premesse sono davvero importanti, è importante capire chi sviluppa l’operazione, è importante che chi sviluppi l’operazione partecipi anche con i propri capitali o che comunque abbia un network di investitori che lo sostiene nell’ambito dello sviluppo della sua operazione immobiliare e allo stesso modo è molto importante andare a capire quali sono i comparamos dell’operazione, cioè dove è localizzata l’operazione, in quell’ area qual è il numero delle vendite, come stanno aumentando i prezzi, se i prezzi stanno diminuendo, se sono stabilizzati o no. Ci sono varie impostazioni da dare all’operazione, quindi ci sono anche molte variabili ed è importante andare a fare delle analisi approfondite. Quindi Walliance si occupa, ovviamente,  anche di questo e ci avvaliamo peraltro anche del supporto di Ernst & Young che per noi è un partner molto importante, che fa una valutazione indipendente sull’operazione immobiliare dando un rating che viene assegnato a uno specifico progetto immobiliare ed è presente all’interno della scheda progetto, all’interno del nostro portare. Comunque questo significa in ogni caso che è importante che gli investitori vadano a capire quali possono essere i rischi dell’operazione e quindi dell’investimento che stanno per sostenere, e che capiscano e che leggano bene la documentazione per capire, in maniera approfondita, che l’analisi è stata fatta sull’operazione immobiliare ma allo stesso modo l’analisi deve essere fatta anche sulla società e sulle persone che sono coinvolte, sul management e quindi è molto importante per definire questo se un business può avere successo oppure no.”

Come introduzione al crowdfunding ci fermiamo qui, però se avete dei dubbi, delle domande, delle incertezze e se desiderate avere degli approfondimenti, fatemelo sapere. Condividerò le informazioni con Giacomo e con il suo staff e faremo dei nuovi appuntamenti, all’interno di speciali tipo questo, dove daremo risposta a tutte quante le vostre domande.

Finalmente oggi possiamo dire che tutte le persone che desiderano fare un investimento nel settore immobiliare possono farlo anche con piccoli capitali grazie alle piattaforme di crowdfunding immobiliare.