Come calcolare la superficie commerciale di un immobile

Come calcolare la superficie di un immobile? Spesso si sente parlare di superficie calpestabile e superficie commerciale ma qual’è la differenza e come si calcolano?

La superficie calpestabile, come dice la parola stessa, si calcola sommando le superfici interne degli ambienti che compongono gli immobili, escludendo i muri. Invece, per quanto riguarda il calcolo di quella commerciale è necessario sommare tre categorie di superfici con parametri, percentuali e vincoli differenti.

Categoria numero 1: superfici principali che comprendono: superfici calpestabili al 100%, muri perimetrali al 100% per uno spessore massimo di 50 cm; muri perimetrali in comune al 50% per uno spessore massimo di 25 cm; mansarde al 75% con altezza media di 2,40 m; sottotetti non abitabili al 35% con altezza compresa tra 1 metro e mezzo e 2 metri e 40; soppalchi abitabili al 40% con altezza minima di 2 metri e 40; soppalchi non abitabili al 15%,; verande tra il 60 e l’80%; taverne e locali semiabitabili al 60%, con altezza minima di 2 metri e 40.

Categoria numero 2: superfici di ornamento. Comprendono balconi e lastrici solari al 25%, per 25 m l’eccedenza è al 10%; terrazze e logge al 35%, per 25 m l’eccedenza al 10%; terrazze di attici al 40%, per 25 metri l’eccedenza al 10%, portici e patii al 35%,  per 25 metri l’eccedenza al 10%; corti e cortili al 10%, per 25 metri l’eccedenza al 2%; giardini e aree di pertinenza appartamenti al 15%, per 25 metri l’eccedenza al 5%; giardini e aree di pertinenza ville al 10%, per 25 metri l’eccedenza al 2%

Categoria numero 3: superfici, vani accessori e parcheggi. Comprendono: cantine, soffitte e locali accessori non collegati ai vani principali al 20%, con altezza minima di 1 metro e mezzo; locali accessori collegati ai vani principali al 35%, con altezza minima di 2 metri e 40; locali tecnici al 15%, con altezza minima di 1 metro e 50; box in autorimessa collettiva al 45%; box non collegato ai vani principali al 50%; box collegato ai vani principali al 60%; posti auto coperti in autorimessa al 35%; posti auto scoperti al 20%.

Come sempre, spero che le informazioni che ho condiviso con te possano esserti in qualche modo utili nella tua attività di investitore immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.