3 domande per risparmiare tempo negli investimenti immobiliari

 

Tre domande per risparmiare tempo negli investimenti immobiliari: operando da diversi anni nel settore e avendo instaurato rapporti con diversi professionisti come agenti immobiliari, property founder, architetti e geometri, quasi ogni giorno ricevo telefonate ed e-mail nelle quali mi propongono delle operazioni di trading immobiliare.

Come potrai immaginare ho dovuto creare un filtro per evitare di dover analizzare decine e decine di operazioni inutilmente. A questo proposito, prima di dedicare del tempo a valutare la potenzialità delle stesse, formulo sempre queste tre domande:

1) Dove si trova? Questo dato mi permette di verificare se in quella zona ci sono richieste d’acquisto e quindi potenziali clienti interessati a quell’area specifica. Nel caso in cui i volumi delle compravendite siano bassi, cestino la proposta.

2) Qual’è la richiesta? La seconda domanda è destinata a conoscere il prezzo dell’immobile. Questo dato mi permette di verificare se la cifra richiesta è inferiore ai prezzi medi di quella zona. Nel caso in cui le pretese economiche del venditore non siano o non possano arrivare almeno a una cifra inferiore del 30% rispetto alle richieste medie in quella zona di mercato cestino, la proposta.

3) Qual’è la tipologia? La terza è dedicata a conoscere la tipologia dell’immobile. Questo dato mi permette di capire se quell’immobile in quella zona con quel prezzo e quelle caratteristiche è richiesta. Nel caso in cui la tipologia specifica non incontri la richiesta di mercato, cestino la proposta.

Sono tre semplici domande che mi permettono di scremare velocemente le operazioni che, secondo il mio personale modo di operare, non hanno potenzialità.

Come sempre, spero che le informazioni che ho condiviso con te possano esserti utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.